Jeunesse Global  in english Jeunesse Global en français Jeunesse Global auf deutsch


Cos'è il resveratrolo?

Il resveratrolo appartiene alla famiglia di composti polifenolici ed è presente nell'uva, nel vino, lamponi, more, prugne e semi oleosi (arachide) e in altre particolari piante. Per esempio, nella medicina tradizionale asiatica si utilizza la pianta Polygonum cuspidatum, particolarmente ricca di resveratrolo, per curare i disturbi al cuore e al fegato. Nell'uva è contenuto solo nella buccia, a cui è attribuita una probabile azione antitumorale, antiinfiammatoria e di fluidificazione del sangue, che può limitare l'insorgenza di placche trombotiche.
Il resveratrolo è una delle fitoalessine prodotte naturalmente da parecchie piante, in difesa da agenti patogeni quali virus, batteri e funghi, in particolare la Botritis cinerea, raggi solari, stress idrici, ecc.

Il resveratrolo è stato individuato e studiato per spiegare il “paradosso francese", in cui si è notato che la popolazione francese, nel Sud della Francia, con alimentazione analoga a quella di alcune regioni degli Stati Uniti, sarebbe meno soggetta a problemi medici di natura cardiovascolare.
La spiegazione è stata ricondotta al resveratrolo contenuto nel vino, derivato dal contenuto naturale della pianta di vite (Vitis vinifera) proveniente dalle bucce degli acini.

Resveratrolo come antiaging

Le attività biologiche di questa sostanza sono diverse. Come sostanza antinvecchiamento, il resveratrolo è considerato un antiossidante, è attivo contro alcuni radicali liberi e impedisce l'ossidazione del colesterolo LDL. Questo primo effetto è quindi la motivazione di chi sostiene la sua efficacia contro l'invecchiamento e nella riduzione del rischio cardiovascolare, calcolato basandosi sui valori di colesterolo. Esso potrebbe essere utile in diverse patologie dell'uomo; infatti, il resveratrolo ha diverse azioni favorevoli sull'uomo ben documentate, tra le più studiate vi è una potente azione antiossidante, comuni alla classe chimica dei polifenoli a cui appartiene. Al resveratrolo alcuni attribuiscono potenti attività anti-aging (anti-invecchiamento) che permettono di ritardare l'invecchiamento e l'espressione dei tratti propri dell'invecchiamento. Questa attività biologica sarebbe riconducibile a diversi meccanismi biologici propri del resveratrolo.
Tra le più importanti attività biologiche del resveratrolo, abbiamo le attività:
antiossidante
antinfiammatoria (artrite)
vaso/endotelio protettiva (malattie cardiache)
sirtuino-stimolante. (riparatore di DNA)

Il resveratrolo è particolarmente studiato per la sua attività antiaging sul tessuto cutaneo; poiché il tessuto cutaneo rappresenta la prima manifestazione visibile del processo di invecchiamento dell'organismo, per la comparsa di rughe, secchezza cutanea ecc.
La letteratura scientifica di studi clinici fatti sull'invecchiamento cutaneo con il resveratrolo è veramente imponente; infatti questi studi si sono interessati al possibile ruolo preventivo dello stesso e la sua azione nei seguenti campi:
- stress ossidativo cutaneo,
- aumento della produzione di collagene,
- azione sui fibroblasti della pelle,
- protezione da raggi ultravioletti,
- effetti ormonali.

Fonte:

http://it.wikipedia.org/wiki/Resveratrolo
http://www.lapalestra.net/2011/10/03/i-polifenoli/
http://www.albanesi.it/alimentazione/resveratrolo.htm